Etichettato: adamo ed eva

Dal vangelo secondo Alex: la genesi. Ovvero: ecco perché all’uomo non manca una costola sola

E’ il settimo giorno. L’universo è stato creato. Ci sono le stelle, il cielo, il mare, i fiumi, gli alberi ed Equitalia. A quel punto Dio si siede per terra, plasma l’uomo con la polvere del suolo e gli da vita soffiandogli nelle narici. Un po’ come gonfiasse una bambola gonfiabile. Non è uno degli inizi più edificanti. Comunque Adamo, appena gonfiato, si guarda attorno e sicuramente si sente molto spaesato. Mentre è lì che pensa qualcosa tipo “basta bere la sera” e “dove cavolo ho parcheggiato la macchina?” si sente chiamare:

– Adamo!

– eeeeeeeee

– Son Dio. Il tuo Dio

– E grazie al cazzo…siamo in due….di chi altro potevi essere Dio?

– Adamo, modera il linguaggio! Come stai?

– Bene, mi sento solo un po’ gonfio.

– Eeee abbi pazienza. Senti ma ti piace il paradiso terrestre?

– Bah…si. Poi non è che abbia tutta quest’esperienza visto che mi hai creato 10 secondi fa. Comunque, forse, avrei fatto il cielo di un blu più intenso…’sto azzurro lo trovo un po’ slavato

– Ma fa pendant col mare! E poi senti, è da 7 giorni che mi sto ammazzando di lavoro, il cielo te lo tieni così

– E allora cosa me lo chiedi a fare se mi piace….

– Ma dimmi Adamo. Non senti la mancanza di qualcosa?

– No

– Di nulla o di nessuno?

– No

– Adamo, pensaci bene. Sei solo. Sarai solo ogni giorno e ogni notte per tutta la tua vita. Non pensi che ti annoierai? Non pensi che patirai la solitudine?

– E lo so mio Dio, capisco dove vuoi arrivare. In cuor mio sento che la vorrei e mi rendo nessun uomo può vivere senza, ma….

– Ma cosa? Adamo, pensaci: potrebbe tenerti compagnia, potrebbe parlarti, darti consigli, offrirti una visione diversa del mondo e della vita. E darti anche cose inaspettate

– E va beh, crea ‘sta cazzo di televisione, ma sappi che mi da profondamente fastidio l’idea di pagare il canone.

– Adamo, ma quale televisione! Parlavo della donna

– Ah. Ma boh…onestamente….non ci avevo pensato.

– Ma Adamo…ti ho anche creato con degli istinti sessuali!

– Sì, ma anche con le braccia abbastanza lunghe da arrivare al mio uccello da solo

– Dovevo fartele più corte

– Sì, ma visto che non mi cambi il colore cielo ora non è che puoi accorciarmi le braccia! A proposito posso chiederti una cosa? Ho una curiosità

– Dimmi Adamo

– Ma se svito l’uccello mi cade il culo?

– Adamo, ma come ti vengono in mente queste cavolate? Comunque senti, per essere onesto, sappi che la donna la devo creare per forza, che se no il ministero delle pari opportunità mi tira su un casino che manco te lo immagini. Allora dimmi come la vuoi ‘sta donna?

– Muta

– Adamo è vero che esisti da cinque minuti cinque. Ma non sei ancora riuscito a dire una cosa furba che sia una!

– Scusa Signore, ora mi impegno

– Allora come la vuoi? Vuoi una tipa pratica e razionale o un po’ sognatrice e artistoide? Vuoi che sia appassionata di musica e pittura? Di passeggiate nella natura? La vuoi che le piaccia il mare o la montagna? La vuoi che sappia cucinare bene? La vuoi solare e sempre sorridente? La vuoi passionale? Come la vuoi?

– Con le tette enormi

– Adamo io non ho parole! Basta, non ti chiedo più nulla e faccio da solo. Dammi una costola!

– Signore aspetta

– Che c’è ancora?

– Se te ne do due…mi crei anche la televisione?

Alex

genesi

Annunci