Amore di carta

“Ti amo, un soldo, ti amo, in aria, ti amo”. Se questa frase l’avessi scritta io  tutti a dirmi “Che cazzo vuol dire?”. Invece no. E’ l’inizio della celeberrima canzone di Umberto Tozzi “Ti amo” e quindi è fichissima. L’abbiamo cantata tutti. Ma un soldo de che? Un soldo in aria? Ti amo in aria? Sesso tra trapezisti? O peggio:

-Quanto vuoi bella?
-Un soldo
-Ok sali

Va beh. Magari il correttore automatico del T9 gli ha cambiato una parola e non se ne è accorto. Povero Umberto. Capita con gli sms: pensi ”stasera usciamo per un caffè” e scrivi “stasera uragano nel decolté”. Ma andiamo avanti, ci dimentichiamo il soldo in aria ma, in rapida successione, troviamo  “fammi abbracciare una donna che stira cantando” e “dammi il tuo vino leggero, che hai fatto quando non c’ero”. Le due frasi si uniscono nella mia mente, malata, e io me la immagino in piedi in un tino, intenta a schiacciare l’uva coi piedi, davanti a un asse da stiro, con l’appretto in una mano, il ferro nell’altra, mentre canta “Oh com’è bella l’uva fogarina, oh com’è bello saperla vendemmiar dirindindin dirindindin dirindindin dirindindin”. E va beh se piace a lui….i gusti non si discutono.

Ma non perdiamoci d’animo e continuiamo con la canzone. Passi la moneta in aria, il tino, l’appretto ma poi ci imbattiamo in “apri la porta a un guerriero di carta igienica”. E allora cazzo…non è il T9!!! Ricostruiamo la scena. Suonano il campanello. Lei “arrivoooooo”. Disinvoltissima, esce dal tino e seminando raspi d’uva e acini sul pavimento, va alla porta. Apre e cosa trova? Un enorme samurai-origami di carta igienica. Alto due metri e perfetto in ogni dettaglio. Di fianco il fidanzato

Lui – Amore ti piace, l’ho fatto per te…
Lei, quasi commossa  – Ma è fantastico. Non sai quanto lo desiderassi. E poi mi serviva giusto lo scottex…guarda che casino che ho fatto sul pavimento.
Puliscono il pavimento insieme, appallottolano il guerriero di carta igienica, sporco d’uva, nell’immondizia e a quel punto lui, fedele al verso “fatti un po’ prendere in giro prima di fare l’amore”, getta il cuore oltre l’ostacolo, la guarda intensamente e:

– Hai un culo che sembra una portaerei…ah ah ah…ti va di trombare?
– Ma amore certo….adoro quando mi prendi in giro prima di fare l’amore.

E vogliamo parlare di  “Gloria” sempre di Umberto Tozzi? Ce la ricordiamo? “Manchi ad una mano che lavora piano” e “con te nuda sul divano faccio stelle di cartone”. Certo che se mentre ce l’hai nuda sul divano fai stelle di cartone poi è ovvio che la tua mano debba lavorare piano. E tra l’altro già che se lì, invece di fare stelle di cartone, fai guerrieri di carta igienica, almeno ti porti avanti col lavoro. Ma soprattutto trombare invece di fare origami?

Me la sono presa con Tozzi. Ma non è l’unico a dire boiate nelle canzoni d’amore. Umberto Balsamo con “Balla”.

“vorrei sembrare per te un bambino
e camminare con te per mano
vorrei sedere dietro quel banco
e tu maestra mi parlerai”.

Buffa come perversione sessuale, no? E anche qui di una bella scopata manco l’ombra. E poi nel ritornello: “Sciolgo le trecce ai cavalli, corrono”. Ma giocavate all’Horse Hair Stylist? Avete mai notato che Furia non ha le trecce?

Concludo con un autore che non amo, ma che ha le idee chiare: Zucchero. Lui si che bada al sodo. Bando agli origami, al vino e al ferro da stiro, comincia con “voglio vederti ballare senza taboo, un ballo da strappamutande” e conclude con “il mare impetuoso al tramonto, salì sulla luna e dietro una tendina di stelle, se la chiavò”.
Era ora.

Alex

carta-igienica

Parte dei rotoli necessari a fare un guerriero

 

Annunci

  1. FRANZ

    E’ per questo che quando canto non ascolto mai il significato delle parole! Altrimenti si ride e chi canta più?
    Bellissimo pezzo, complimenti, fa scompisciare!

  2. Bia

    Ho le lacrime agli occhi dal ridere….. ti prego ti prego questo post è favoloso, non riesco a smettere di ridereeee!!!!
    Te lo condivido su facebook, è troppo fantastico. Grazie!!

  3. Just me

    Ahahahah bellissimo post, grazie per la grassa grassa risata 🙂
    Comunque io sapevo fosse “sciolgo le trecce e i cavalli / corrono”, l’ “ai” credo sia una distorsione che ha preso piede. Ma magari no…

  4. ingenuetà

    Il soldo era quello che inserivo nel jukebox per ascoltare quella canzone e altre perle tipo “Tu” e “Gloria”. Ero piccina e imparavo tutto a memoria, ma già intuivo che in quei testi c’era qualcosa di strano…poi ci si chiede perché uno cresca con idee strane sull’amore!

    • zonerrogene

      a “Tu” ci ho pensato parecchio ma il post diventava lungo. Ma parliamone:

      “il mio letto è forte e tu
      pesi poco di più della gommapiuma
      tu perchè tu non ci sei
      e mi sto spogliando”

      Non sembrano versi dedicati a una bambola gonfiabile? 🙂
      Alex

  5. SyS

    per fortuna sono sola in ufficio. se no dopo la terza risata mi licenziavano! 🙂
    ad ogni modo… fonte autorevole, mi spiegò che “faccio stelle di cartone” era una “figura retorica” per spiegare una “figura di mxxx” nel senso, lui c ha sta lei nuda sul divano ma non fa scintille (ma solo stelle di cartone… na cilecca per essere chiari)
    ma del buon Battiato… vogliamo parlare? personaggio adorabile tra l altro… ma che vada per i campi del Tennessee e come ci fosse arrivato… chissà. forse pure lui viaggia “a sua insaputa”.
    in alternativa passa al cruento: tra noi si giocava a raccogliere ortiche. forse un due tre stella era troppo pacato? insomma.. ma quante ce ne beviamo!?
    è stato un piacere capitare di qui!

  6. graziaballe

    alexiei ma lo sai che mi viene naturale volerti bbbene? 😀
    Nella mia TROP-TEN c’è “ricominciamo” di pappalardo:
    So che tu ami le stelle
    gettarti nell’occhio
    del primo ciclone
    non perdi occasione
    per darti da fare
    e farti valere
    ma fammi il piacere
    ti voglio aiutare
    su fammi provare

    potrei cantarla a squarciagola per ore..stile “dopo mezzanotte” 🙂

  7. V

    Non è giusto!! Mia figlia in la lacrime e io… Rido per il tuo post!!
    Che se mi sente tragedia!
    Poi mi lamento che il piccolissimo non si addormenta: sta bevendo latte shakerato!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...